Seleziona una pagina

Chi di noi può negare il fascino intramontabile del legno? Un materiale che possiamo definire a buon merito un evergreen, grazie ad una versatilità mantenutasi inalterata nel tempo. Con gli anni è stato oggetto di diverse rivisitazioni, che lo hanno visto di volta in volta ora al centro di arredamenti classici, ora protagonista di arredi moderni, in certi casi quasi avveniristici. La bellezza del legno sta proprio in questo: pur strizzando l’occhio alla tradizione, è in grado di proiettarci in avanti.

Dire legno è dire armonia, bellezza, design. Lo sappiamo bene noi di Magari Marino Arredi, da sempre consapevoli che la qualità del legno, come di qualsiasi altro materiale, debba sposarsi con la capacità di valorizzare ogni singola caratteristica del prodotto finale. Se cerchi dunque un negozio arredamento ad Arezzo, sappi che la nostra azienda offre un’ampia gamma di arredi di qualità premium, funzionali e a costi competitivi.

Gli arredi in legno sono ideali sia in abitazioni dallo stile classico sia in quelle più contemporanee, garantendo in entrambi i casi il giusto equilibrio tra naturalezza e raffinatezza. Inoltre in tempi più recenti, in virtù di una sempre maggiore sensibilità nei confronti delle tematiche ambientali, molti interior designer scelgono questo pregiato materiale non solo nell’ottica della resa estetica, ma anche in quella dell’ecosostenibilità.

Uno dei principali punti di forza del legno è la sua flessibilità, peculiarità che fa sì che si presti ad essere modellato in maniere sempre diverse ed originali. La robustezza rappresenta un altro plus non sottovalutabile: avere degli arredi non solo esteticamente accattivanti ma anche durevoli nel tempo ti permetterà di dormire sogni tranquilli. Il legno è infatti resistente agli urti, anche forti, e ai pesi massicci


I pregi puramente estetici poi sono davvero tanti. Il legno comunica nell’immediato un senso di
calore e accoglienza, sensazioni sottolineate anche da venature con sfumature cromatiche che richiamano delle vere e proprie opere pittoriche. Per questo, un mobile in legno non è mai uguale ad un altro. Se cerchi dunque un prodotto veramente unico, probabilmente gli arredi in legno fanno al caso tuo.

Abbiamo detto che il legno si sposa con diversi stili. Puoi dunque adottarlo nei tuoi arredi shabby, rustici, vintage, classici o anche orientaleggianti. Può essere usato non solo per tavoli, dispense, comò e comodini, ma anche per mensole, rivestimenti per pareti, oggettistica di vario tipo, e ancora per porte, pavimenti e finestre. In fase di lavorazione, qualsiasi elemento in legno, grazie alla sua leggerezza e alla facilità di lavorabilità, esige un quantitativo di energia inferiore rispetto a manufatti di materiali.

Il legno è uno dei materiali più utilizzati per porte ed infissi anche per un altro motivo: il suo ottimo potere termoisolante. Basti pensare alle baite in montagna, dove riesce a crearsi un microclima accogliente proprio perché il legno trattiene il calore senza disperderlo. Inoltre, è un naturale traspirante e dunque in grado di regolare l’umidità: in pratica riesce ad assorbirla quando ce n’è troppa per poi liberarla in caso di eccessiva secchezza dell’aria.

E per quanto riguarda i bagni? Se vuoi optare per uno stile che ti ricordi le baite di montagna, ma anche se ti piacerebbe sentirti avvolti in un’atmosfera da spa, il legno può regalare grande soddisfazione. Attualmente, le soluzioni sono estremamente diversificati ed arrivano ad interessare non solo cassetti e pensili, ma anche vasche da bagno e lavabi, per un effetto scenico di sicuro impatto.

Il legno però, come qualsiasi materiale di pregio, necessita di una cura particolare, soprattutto considerando che ci sono diversi agenti esterni che ne possono inficiare nel tempo un buon mantenimento ed un’adeguata solidità.
A seconda della finitura del legno (verniciato, oliato, smaltato, lucidato a cera), bisogna utilizzare degli accorgimenti che ne preservino bellezza e durata.

La prima cosa da evitare è l’uso di spugne abrasive, di prodotti contenenti ammoniaca o candeggina in concentrazioni elevate. Togli la polvere con un panno di cotone o di lana e poi procedi con un prodotto specifico per il legno, da rimuovere con un panno morbido. Nel caso di macchie o impronte, puoi usare una spugna bagnata ma strizzata, usando acqua e sapone di Marsiglia, da sempre considerato un ottimo sgrassante. E se ci sono graffi o piccoli danni dovuti ad urti? Puoi usare la cera vegetale, di carnauba o d’api che ti serviranno a riempire gli spazi vuoti. Successivamente, ti basterà lucidarlo con un panno morbido e asciutto.

Le cere, facilmente reperibili in qualsiasi ferramenta o negozi per il bricolage, sono ideali per il trattamento dei mobili in legno. Usa prima una spazzola inumidita con acqua saponata, premurandoti di non bagnarli troppo. Con la cera vai poi a lucidare: questa servirà non solo a rendere il legno immediatamente lucido ma anche a proteggerlo dall’umidità. Un’alternativa è rappresentata dalla trementina, purché si utilizzi un approccio molto più attento e delicato. Devi fare attenzione a fare passate leggere e veloci, dal momento che un’eccessiva pressione sulle superfici potrebbe portare ad una schiaritura del legno.